Charity Van Der Meer: interviste esclusive DHG

Charity Van der Meer e il feltro da indossare

Charity Van Der Meer. Che felt maker! E che donna! Ho avuto l'opportunità d'incontrarla qui in DHG lo scorso anno, ha tenuto un corso da noi, e sono rimasta travolta dalla sua vitalità e dal suo modo di fare amichevole. Charity è una persona generosa e bastano pochi minuti per rendersene conto.

Charity Van Der Meer è una designer del feltro. Riesce a creare abiti dalle forme vaporose e asimmetriche. Cappelli e stole dalle linee morbide e piacevolmente scenografiche. Personalmente trovo il suo stile sontuoso, garbato e portabilissimo. Nelle sue creazioni tecniche proprie del feltro e del knitting si mixano dando vita, grazie a una grandissima conoscenza delle materie prime, indumenti e accessori strepitosi. Uno degli altri punti di forza di Charity è quello di essere bravissima nel trasmettere il suo sapere, infatti, nei suoi workshop esprime tutta la propria bravura trasmettendo agli studenti i trucchi per realizzare capi su misura.

Siete curiosi di conoscere meglio Charity? Bene, l'intervista è tutta vostra!

Intervista

Cara Charity, come stai? Sono molto felice di intervistarti perché ho avuto il piacere di conoscerti di persona.  E a te piacciono le interviste? Da dove stai scrivendo?
Oggi vi scrivo da Sonoma, nel nord della California. Ho appena finito un corso di tre giorni in questa zona splendida. Mi sento privilegiata ad essere qui e a insegnare nella scuola di fiber-art che è stata aperta di recente.

Domanda d’obbligo: il tuo primo approccio con il mondo del feltro?
La mia passione per il feltro è iniziata nel 2004, quando mi sono trasferita in Olanda, dove vivo in mezzo a tante pecore nella contea di Drenthe. Le pecore intorno a me hanno fatto scoccare in me la curiosità di provare qualcosa di nuovo. Così ho cominciato a sperimentare con il feltro.


La tua peculiarità è di realizzare superfici di feltro straordinarie utilizzabili per la confezione di abiti. Con una vestibilità ineccepibile e uno stile davvero originale. Era questo l’obiettivo che ti eri posta oppure lo hai scoperto man mano?
Sono nata in Zambia, Africa Centrale. Ho studiato nel Regno Unito, dove mi sono diplomata come designer di maglieria e di moda, nel 2002. Mi sono trasferita in Olanda, dove ho sviluppato il mio stile personale per creare una nuova linea di moda, che si chiama Sharit by Charity. Sono piena di nuove idee e nuove tecniche ispirate alla natura e creo le mie collezioni con prodotti durevoli ed ecologici. Mischiando le tecniche di lavorazione del feltro e la maglieria, ho creato dei pezzi unici per esprimere il mio amore per la moda.

Qual è, secondo te, la caratteristica fondamentale che deve possedere una brava felt maker?
Una brava felt-maker si prende il tempo per conoscere e capire il materiale a fondo, e deve essere pronta a esplorare le possibilità infinite che la lana offre.

Qual è la fibra, o la combinazione di fibre, con la quale preferisci lavorare?
Uso per lo più lana merino per disegnare e creare i capi in feltro. Uso anche la lana di allevatori locali dalle mie campagne di Drenthe, le cosiddette pecore ‘Drenthe Heide’, che combino con Merino sudafricana finissima. Mi piacciono le combinazioni di tessuti naturali, materiali grezzi e fibra organica. La maggior parte del lavoro mischio la seta con la lana durante il processo di realizzazione, perché ci sono tantissimi modi per farlo. Il feltro mi ha dato la possibilità di esprimermi. Ci sono possibilità infinite, e cerco di continuo nuovi materiali e nuove tecniche, cercando far capire agli altri quante opportunità offre la lana, sottolineandone le caratteristiche di durabilità e di naturalezza. La durabilità è la mia più grande passione. L’alta qualità del materiale naturale è in realtà aumentata dal processo di infeltrimento. Lo rende più forte, impermeabile, e resistente allo sporco e altre contaminazioni.

Tops Lana Merino 14.5 µ - Colori Naturali
Bianco Naturale
100 g € 8,85
500 g € 39,03
1 kg € 74,34
Falda di Seta Mulberry Grado A1 - Colori Naturali
Bianco Naturale
50 g € 10,80
500 g € 90,03
Chiffon Seta 6 140 cm
Conchiglia
1 m € 17,76
2 m € 34,81
5 m € 84,35
Tops 70% Lana Merino 30% Seta Tussah - Collezione Duri di Menta
Make-Up
100 g € 7,02
500 g € 30,70
1 kg € 58,48

Un piccolo suggerimento tecnico che vuoi dare ai nostri lettori. Un consiglio sempre utile per ottenere un buon infeltrimento. 
Una brava felt-maker si sforza di capire che ci sono possibilità infinite con il feltro, e cerca continuamente nuovi materiali che possano essere combinati con la lana e nuove tecniche da usare nel feltro. Soprattutto, dovrebbe capire le proprietà della lana e l’enfasi sul suo carattere naturale e durevole. Sii unica e produci feltro di qualità, e credi in te stessa e nelle tue abilità. Sii creativa e non dimenticare di promuovre il feltro e la lana presso le altre persone.

Ti ritrovo spesso anche nelle vesti di insegnante. Cosa si prova a condividere con gli altri il proprio sapere?
Sharit - che deriva da Share-It, "Condividilo". Riflette la mia passione per il condividere le mie creazioni con gli altri, per ispirarli e stimolare i loro pensieri creativi in molti modi diversi. Insegnare è una mia passione, amo condividere le mie conoscenze con gli altri. Viaggio in giro per il modo insegnando questa tecnica straordinaria. Il mio contatto con così tante culture mi dà l’ispirazione per nuove creazioni. Viaggiando tanto incontro anche molti altri artisti e possiamo scambiarci le idee.


Se non avessi intrapreso la strada del feltro, quale altra strada avrebbe fatto al caso tuo?
Spesso insegno in istituti in Olanda e all’estero. In Sud America, Argentina e Uruguay. In Sud Africa ho insegnato a donne di zone disagiate a usare le risorse a loro disposizione, mostrandogli come usare la loro lana locale. Oggi attraverso quel processo possono realizzare i loro prodotti e possono di nuovo provvedere alle proprie famiglie.


Charity Van der Meer


Se ti è piaciuto questo articolo, potrebbe interessarti anche l'intervista a Shelley Jones.

SCRIVI UN COMMENTO