DHG non va in vacanza quindi gli ordini verranno evasi regolarmente.

La nostra tintoria al contrario rimarrà chiusa fino al 26 Agosto pertanto la produzione degli ordini Mixology e ColorLab riprenderà da fine mese.

Come realizzare un perfetto nuno feltro

Come realizzare un perfetto nuno feltro

Uno degli aspetti che mi affascina di più della tecnica del nuno feltro è che non ci sono ricette o regole fisse. Ognuno è libero di sperimentare e mettere a punto gli accorgimenti e le soluzioni con i quali si trova più a suo agio. Anche i consigli che sto per darvi sono dunque assolutamente soggettivi in quanto si basano su osservazioni e problematiche sorte durante la mia personale esperienza e sperimentazione.
Spero tuttavia li troverete utili.

A lezione da Gaia Girard

Cominciamo! Per ottenere un nuno feltro di qualità scegliete accuratamente i tessuti con cui lavorare a seconda del progetto che volete intraprendere. I tessuti che funzionano meglio sono leggeri e a trama larga.

Per DHG ne ho testati molti ed ecco le mie annotazioni:

  • chiffon 3.5:

    è una seta molto leggera a trama larga che permette di ottenere un tessuto sottile, liscio, luminoso ed omogeneo, dando compattezza al lavoro senza aggiungere tridimensionalità. È ideale per accessori e capi d’abbigliamento morbidi ed impalpabili, quali sciarpe, vestiti e giacche estive.

  • chiffon 6:

    garantisce gli stessi vantaggi dello chiffon 3.5, aggiungendo però pesantezza al tessuto. Ideale per sciarpe, e capi di abbigliamento di mezza stagione o invernali.

  • voile 70% cotone- 30% seta:

    conferisce alla stoffa la pesantezza del cotone, pur mantenendo la lucentezza della seta. È ottimo per accessori moda quali sciarpe, borse e cappelli, e capi d’abbigliamento invernali. Si ottiene un effetto più “arricciato” rispetto a quello ottenuto con i tessuti di pura seta.

  • crepe voile di viscosa:

    la viscosa, detta anche seta artificiale, conferisce la stessa morbidezza dei tessuti naturali e si adatta molto bene alla tecnica del nuno feltro dando al tessuto compattezza e tridimensionalità. Ideale per accessori e capi d’abbigliamento invernali, accessori per la casa quali cuscini, runner o arazzi.

  • etamina:

    è una lana pettinata leggera con una compattezza simile alla viscosa ma con un effetto più “grezzo” ed opaco. Ottimo per cappotti, giacche invernali, borse, cappelli ed accessori per la casa.

  • garza:

    è un tessuto di pura lana a trama molto larga, il che lo rende ideale da infeltrire. L’effetto finale è alquanto “rustico”, pur essendo molto leggero.

Chiffon Seta 6 140 cm - Colori Naturali
Bianco Naturale
1 m € 19,51
2 m € 38,23
5 m € 93,14
Chiffon Seta 3.5 140 cm
Albicocca
1 m € 17,58
2 m € 34,46
5 m € 83,94
Etamina Lana 145 cm
Miele
1 m € 26,52
€ 33,15
2 m € 51,98
€ 64,98
5 m € 127,30
€ 159,12
Garza Lana 140 cm
Conchiglia
1 m € 27,31
€ 34,14
2 m € 53,54
€ 66,92
5 m € 131,11
€ 163,89

Fate sempre un campione prima di iniziare un progetto di nuno feltro

È un modo veloce ed efficace per testare nuovi tessuti, accostamenti e soluzioni. È inoltre fondamentale per calcolare il fattore di restringimento, oltre ad essere un ottimo strumento di riferimento futuro.

  • Prendete tutto il tempo necessario per stendere la fibra di lana merino extra fine nel modo più uniforme possibile. Per ottenere un nuno feltro omogeneo, leggero e compatto è preferibile procedere con più strati sottili, stesi perpendicolarmente uno all’altro.
  • È molto importante usare acqua tiepida nelle fasi iniziali di lavorazione. Con acqua calda la lana s’infeltrirebbe troppo velocemente e non avrebbe il tempo di inglobare il tessuto. Solo una volta che la fibra si sarà fatta strada attraverso trama e ordito si potrà usare acqua calda per accelerare il processo d’infeltrimento.
  • Cercate di muovere il meno possibile il tessuto quando iniziate a massaggiare il lavoro in modo da non interferire con il processo di feltratura (durante il quale la lana migra attraverso la trama e si aggancia a entrambi i lati della stoffa). L'obiettivo è quello di permettere alle fibre di distendersi e di farsi strada attraverso la trama del tessuto per  poi iniziare ad inglobarlo.
    Per questo motivo consiglio di disporre il tessuto sul tavolo e di stendere la lana sopra di esso. Nella tecnica del nuno feltro è preferibile esercitare una pressione leggera nella prima fase dell’infeltrimento al fine di non separare la lana dal tessuto.

Mi pare di avervi detto proprio tutto. Il resto dovrà essere semplicemente frutto della vostra fantasia e creatività.

Buon nuno feltro!

Se ti è piaciuto questo articolo, potrebbe interessarti anche Video tutorial per il nuno feltro con Gaia Girard.

SCRIVI UN COMMENTO