DHG non va in vacanza quindi gli ordini verranno evasi regolarmente.

La nostra tintoria al contrario rimarrà chiusa fino al 26 Agosto pertanto la produzione degli ordini Mixology e ColorLab riprenderà da fine mese.

Come realizzare un filato fiammato fatto a mano

Creare un filato fiammato artistico ti sembra impossibile? Non se ad aiutarti è Sammie Knight, in arte Koke Me Designs, massima esperta nel settore e artista tessile d'eccellenza.

Sammie ti guiderà passo passo nella realizzazione di ben due filati fiammati. In un viaggio divertente, colorato, appassionante. E anche pieno di soddisfazione, perché il risultato sarà un filato artistico nato dalle tue mani. Un prodotto del cuore e quindi dal valore impagabile.

Per il primo filato Sammie si è avvalsa del nostro servizio Mixology, che le ha permesso di creare un blend di fibre tutto suo. Nel secondo filato ha deciso invece di inserire un prodotto di scarto di produzione, le fila di cashmere, che puoi trovare nella nostra selezione REHAB.

Buon divertimento!


Come realizzare un filato fiammato artistico

MATERIALI
FILATO FIAMMATO

Fila di cashmere
Filato Fluffy 50 g / 1.7 oz
Filato Piuma 100 g / 3.5 oz

FILATO FIAMMATO CON SERVIZIO MIXOLOGY
Tops lana merino extra fine col. Frutti di bosco (20%)
Tops lana merino extra fine col. Etoile (20%)
Tops alpaca superfine col. Marrone chiaro naturale (15%)
Tops seta mulberry grado A1 col. Conchiglia (5%)
Tops seta mulberry grado A1 col. Frutti di bosco (10%)
Tops cammello baby col. Bianco Naturale (20%)
Tops tencel lyocell col. Bianco Naturale (5%)
Tops viscosa col. Sabbia (5%)

Fila di cashmere
Colori assortiti
500 g € 19,95
Tops Seta Mulberry Grado A1 - Collezione I Classici
Orchidea
50 g € 7,51
100 g € 14,40
500 g € 65,75
1 kg € 125,24
Tops Tencel Lyocell - Collezione I Classici
Zafferano
100 g € 4,37
500 g € 19,14
1 kg € 36,45
Lana Merino Extra Fine Cardata - Collezione I Classici
Acqua
100 g € 6,67
500 g € 29,37
1 kg € 53,40

Prima di iniziare con i filati filati fiammati, ti rimandiamo al post su come realizzare un filato fatto a mano ad un capo. In questo articolo, oltre a scoprire come si realizza un filato ad un capo, ti verrà spiegato il processo di blending delle fibre e infine troverai tanti consigli utili per filare al meglio.


PROCEDIMENTO

Dividete il blend che avete creato in strisce, cercando di farle più uguali possibili tra loro. Poi appiattitele, passandoci semplicemente sopra i palmi delle mani come per stirarle dolcemente. In questo modo il blend risulterà bello omogeneo e quindi più facile da filare.

Posizionate il blend vicino a voi e iniziate ad avvolgerlo per almeno 8-16 cm insieme al filo primario. In genere utilizzo un filato mohair, perché essendo un filato piuttosto lanoso aiuta a legare le fibre insieme tra loro.

Ora filate in senso orario, in questo modo la torsione inizierà ad avvolgere e quindi a fissare le fibre del filato.

Tenete la parte voluminosa del vostro blend a circa 90 gradi rispetto al filo primario. Iniziate lentamente a filare in senso orario e lasciate che la fibra si attorcigli in modo naturale al filo primario. Assicuratevi di non pedalare troppo velocemente, altrimenti rischiate che il filato venga male.

Continuate ad avvolgere le fibre a 90 gradi.

Può capitare che ci siano delle strisce di blend più spesse rispetto al altre, ma non preoccupatevi, continuate a filare con un angolo di 90 gradi.

Continuate a filare fino a che non arrivate alla fine del filo primario.

Posizionate il filato su un lazy kate per una maggiore maneggevolezza, così facendo riuscirete a tenerlo più a portata di mano e soprattutto allo stesso livello della ruota per filare. Prendete un altro filato dall’anima resistente (in genere utilizzo un lana merino a doppio capo), questo filato diventerà il vostro filo primario. Unite adesso i fili e fateli passare sulla bobina. In genere tengo il filato che ho appena realizzato alla mia destra, mentre la bobina con il filo primario alla mia sinistra.

Iniziate a filare, ma fatelo in senso antiorario. Così facendo filerete nella direzione opposta a quella in cui il filato che abbiamo realizzato precedentemente è stato avvolto. Mentre pedalate, tenete il filato avvolto a 90 gradi rispetto al filato primario. Quando faccio quest’operazione in genere tendo a rallentare la pedalata, così da controllare meglio quanto ingrossa la fiamma del filato. Spesso lascio che la fiamma si accumuli sul filato primario e poi con un movimento la avvicino.

Una volta che la bobina è piena e avete finito di lavorare il vostro filato, effettuate un nodo finale e avvolgete il filato sul niddynoddy.

A seconda di quello che avete messo all’interno del vostro filato, potete vaporizzare il filato oppure effettuare un lavaggio ad acqua calda. Se per esempio avete avete aggiunto delle decorazioni al vostro vostro filato (come perline o paillettes), allora meglio optare per il vapore, così da evitare qualsiasi danno che il lavaggio tradizionale potrebbe procurare.


Se ti è piaciuto questo articolo allora ti suggeriamo di leggere anche come realizzare un filato fatto a mano.

SCRIVI UN COMMENTO